Le lande contaminate che abbiamo esplorato fino a oggi presentano da sempre diverse varietà di funghi commestibili e non, dal fungo di caverna della Zona Contaminata della Capitale ai funghi mentali e luminescenti che troviamo sparsi per il Commonwealth.

Ogni specie trovata ha proprietà differenti a seconda delle mutazioni avvenute in seguito alla Grande Guerra.
Molti di essi sono ricostituenti e utili come composti per varie sostanze o rimedi improvvisati, altri parassiti ed estremamente aggressivi.

In questo articolo andremo ad analizzarli nel dettaglio, scoprendo come organismi così piccoli possono celare grandi misteri.



Fungo di Caverna

Zona Contaminata della Capitale

Nella Zona Contaminata della Capitale il fungo più comune è quello originario delle caverne di Little Lamplight, che da anni funge come principale fonte di nutrimento per i bambini della cittadella sotterranea.
Con un valore di 50 tappi costituisce l’alimento più prezioso del gioco, ma possiamo barattarlo facilmente con Buffout o carne umana, ironicamente chiamata carne strana.

Eclair, il cuoco di Little Lamplight, spiega come questo particolare fungo cresca nelle pozze della caverna e sembri prosperare sulla carne, specialmente sulla carne strana.
Una scoperta fatta dai primi figli di Lamplight quando gettarono i corpi degli adulti morti nelle piscine.

Il fungo non è cambiato eccessivamente dalla sua controparte prebellica e non ha subito grandi squilibri a livello genetico, ma sembra essersi semplicemente adattato.
Tramutatosi in un fungo necrofilo, è capace di sfruttare un organismo organico in stato di decomposizione come terreno fertile per proliferare.
Insieme ai Frutti di Punga rappresenta uno dei pochi alimenti in grado di rimuovere le radiazioni.

Presenza nei DLC

Nella Zona Contaminata del Mojave sono difficili da trovare e sono principalmente usati come composto per creare l’hydra.
Si trovano principalmente nell’est e le loro proprietà curative sono alla base delle medicine tribali.

Nel dlc Honest Hearts di Fallout New Vegas, vi è abbondanza di questi funghi nelle grotte del Canyon di Zion.
In questa zona sembrano brillare di un rosso intenso e sono generalmente raggruppati insieme a funghi che brillano di verde, giallo, blu o bianco.

Il fungo di caverna doveva essere inizialmente inserito anche in Fallout 4, ma venne aggiunto solo in seguito nel dlc Far Harbor.
Possiamo trovarlo solo li infatti, esclusivamente nel Nucleus e nell’alloggio del Confessore Tektus, mantenendo gli stessi effetti che aveva nel precedente capitolo.
Se mangiato, restituisce 10 punti ferita, curandoci da 10 radiazioni.

Sembra essere basato su una specie realmente esistente, il fungo radio tropico.
Una particolare tipologia di funghi che sembrano eseguire la radio sintesi, utilizzando la pigmentazione della melanina riescono infatti a convertire le radiazioni gamma in energia chimica per la crescita.
Scoperto nel 1991 intorno alle rovine della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina.



Fungo Mutante

Possiamo trovare questa differente tipologia di fungo delle caverne nel Grande Vuoto, a Big Mountain (dlc Old World Blues di Fallout: New Vegas).
Mentre la sua versione non mutata è normalmente coltivata nelle caverne come un affidabile reagente curativo, questo è presente in caverne che durante gli anni sono state altamente irradiate.
Ciò ha provocato una mutazione del fungo in questione, considerato una prelibatezza del deserto e spesso utilizzato per creare diversi beni di consumo.
Mentre un normale fungo delle caverne ridurrebbe le radiazioni, il fungo mutante aggiunge radiazioni se consumato e si dipinge di un colore verdastro che lo contraddistingue.
Questo ingrediente è indispensabile per creare la spremuta di Nightstalker, la pasta solida rossa, il sanguinaccio nero e l’infuso da battaglia.

Fungo luminescente

È un fungo molto comune nel Commonwealth che si trova spesso nei pressi dei rifiuti e trasmette una piccola quantità di radiazioni se ingerito.
Sembra avere delle proprietà molto simili al fungo di caverna ed è utilizzato nella ricetta del RadAway e per la produzione di antibiotici, anodini a base di erbe, antimicrobici e stimolanti (in modalità Sopravvivenza).

Il fungo ha sviluppato un incredibile capacità di brillare in mancanza di luce, rendendoli facili da individuare sia di giorno negli angoli più bui, che di notte all’aria aperta.

Probabilmente ispirati a una particolare tipologia di funghi bioluminescenti, i Mycena chlorophos. Presenti in alcuni paesi dell’Asia, ma soprattutto in diverse isole del Giappone.

Fungo mentale

Un fungo commestibile, leggermente irradiato e originario anch’esso del Commonwealth. Uno degli ingredienti principali utilizzati nella ricetta delle pillole Mentats.

L’aspetto del fungo si basa sugli esemplari realmente esistenti della Gyromitra esculenta, originari dell‘Europa e del nord America.
Questa specie infatti presenta un corpo simile a un cervello irregolare e nonostante sia stata confermata la sua tossicità è una delle prelibatezze più popolari in Scandinavia.



Funghi parassiti e saprofiti

Teorie sul West Virginia: Il Cordyceps nell'universo di Fallout

Teorie sul West Virginia: Il Cordyceps nell’universo di Fallout

In contrapposizione a questi funghi innocui possiamo trovare i funghi parassiti, come la particolare specie entomopatogena (Beauveria bassiana) diffusasi tramite i condotti di aerazione del Vault 22, nel territorio del Mojave.

Questa specie, in principio destinata a uccidere solo alcuni insetti del Vault, ben presto mutò e le sue spore divennero capaci di depositarsi tramite inalazione nei polmoni di un ospite umano, per germinare e dare origine a una massa fungina in grado di ostruire il corretto funzionamento dell’apparato, logorandolo dall’interno e nutrendosi del soggetto colpito fino alla morte, per poi continuare a servirsene anche dopo il decesso.

Da qui ebbero origine i Portatori di Spore del Vault 22, veri e propri umani zombificati che permisero al fungo di riprodursi anche dopo il decesso di tutti gli abitanti del bunker.

Questo fungo appartiene alla famiglia dei Cordyceps, funghi parassiti presenti anche nella nostra realtà e capaci di sfruttare piccoli insetti, quali formiche e ragni come ospiti per il proprio fabbisogno.

Chiunque abbia giocato a The Last of Us conoscerà bene questo preciso fungo, in quanto è stato fonte di ispirazione per la creazione degli zombie del titolo.

Teorie su Fallout 76

Fungo killer – nationalgeographic.it

E in West Virginia? Potrebbero essere presenti organismi del genere? Sappiamo che il territorio possiede un incredibile biodiversità e che le piante sembrano particolarmente sviluppate.

Ci è stato rivelato che la zona di Cranberry Bog è disseminata di una strana specie mutata di pianta carnivora intelligente.
C’è anche una creatura in particolare che suscita la nostra attenzione più di altre, in quanto presenta dei sintomi molto visibili dell’aggressione da parte di un fungo parassita.



Il Megabradipo e il Cordyceps

Megasloth Fallout 76

Teorie sul West Virginia: Il Cordyceps nell’universo di Fallout

Il Megabradipo (Megasloth) sembra ispirato a un comune bradipo tridattilo, che per mezzo della mutazione ha subito un decisivo aumento della massa corporea.
Questa condizione lo ha sicuramente portato a dover mutare anche le proprie abitudini, abbandonando la vita arboricola e diventando un mammifero terricolo, costretto a scavarsi una tana nella terra o a rifugiarsi in qualche grotta naturale, per via dell’eccessiva mole.

È quindi molto probabile che abbia inalato qualche spora dentro alle grotte, entrando in contatto con una delle differenti specie di cordyceps parassita.
Una specie particolarmente mutata ed evoluitasi in un fungo più coriaceo, in grado di prendere il controllo di organismi animali più complessi.

In genere gli occhi del bradipo sono di un nero intenso tendente al marrone, ma come possiamo vedere dalle poche immagini che sono trapelate fin ora risulta sempre avere degli occhi assenti e stranamente pallidi, con delle pupille praticamente inesistenti.



Occhi “assenti” come quelli degli esemplari di formiche zombie, prede del famigerato fungo.
Il Megabradipo sembra riportare uno stadio avanzato dell’infezione, dove il fungo ha già preso il controllo della sua mente, controllandolo come una marionetta.

Nel nostro mondo molti funghi parassiti zombificano i propri bersagli, innestandosi nella corteccia cerebrale e riuscendo letteralmente a comandarli, facendoli spostare nei luoghi più adatti alla loro riproduzione.
Alla morte del soggetto alcuni abbandonano il corpo per migrare e riprodursi da un’altra parte, altri invece rimangono ancorati ad esso, continuando a sfruttare le risorse.

Teorie sul West Virginia: Il Cordyceps nell'universo di Fallout

Megasloth Fallout 76

In questa immagine, purtroppo a bassa risoluzione, il fungo è ben visibile sulla schiena dell’ospite, radicato fin dentro il suo corpo.
Dai diversi video che abbiamo potuto vedere finora l’animale sembrerebbe pacifico, quasi inerme e sembrerebbe attaccarci solo se provocato.

Limitandosi a vagare senza una meta e a diffondere le spore, scrollando le spalle di tanto in tanto. Che sia il fungo a impartirgli l’ordine di attaccare nel caso in cui senta minacciata la sua crescita? Io credo proprio di sì.

E potrebbe non essere stato l’unica vittima del fungo killer.
D’altronde chiunque viva nelle grotte o negli habitat dove questo particolare organismo si riproduce rappresenta un potenziale bersaglio.

Autore della Teoria Blurick da Fallout 76 Italia

Pin It on Pinterest

Share This